Rapporto tra bambini e schermi digitali? 4 consigli da un neuroscienziato

Written on

July 5, 2018

Written by
Toby
Founder & CEO

Elettronica e sviluppo infantile

La domanda più frequente che mi fanno i genitori di bambini in età prescolare è “Qual è il modo giusto per inserire l’uso di apparecchi elettronici nella vita di mio figlio?”

Nel periodo in cui i bambini sono più ricettivi, ossia nel periodo tra la nascita e l’inizio della scuola, molti genitori si chiedono se e come introdurre televisione e app digitali nel modo corretto.

Non esiste la risposta giusta… ma ho chiesto a un vero esperto:

Alexandro (Sasha) Vicente-Grabovetsky è un esperto della neuroscienza cognitiva, con un dottorato dell’Università di Cambridge e una specializzazione nell’area del cervello relativa all’apprendimento e alla memoria. Ho chiesto a Sasha cosa ne pensasse a proposito dell’uso di apparecchi elettronici nella prima infanzia.

Ecco i suoi quattro suggerimenti.

1. Tv, smartphone e tablet non fanno bene o male di per sé. Sono semplicemente degli strumenti.

Sasha consiglia innanzitutto ai genitori di non sentirsi in colpa quando fanno guardare la tv o giocare con lo smartphone ai loro bambini. Anche se piccoli, è importante piuttosto he capiscano come usare al meglio questi strumenti. Sasha ha smentito la vecchia paura della “dipendenza da schermo”.

"Non devi preoccuparti della dipendenza da dispositivi elettronici a meno che tuo figlio non passi molte ore consecutive davanti a uno schermo"

E spiega che la televisione o le app su tablet e smartphone, se usati per brevi periodi, possono avere degli effetti positivi. E' possibile trovare moltissimi giochi educativi e programmi televisivi progettati con cura. La cosa più importante da capire è che l’apparecchio in sé non fa né bene né male. Sasha aggiunge:

"Non c’è nulla di speciale o di magico in uno schermo, solo un elevato grado di interattività. Un’app, esattamente come un libro, può essere utilizzata bene, ma anche male”

2. Dipende in che modo si passa il tempo davanti allo schermo

La questione principale non è se far usare ai bambini gli apparecchi elettronici, ma in che modo.

"Tutto sta nella qualità del tempo passato davanti allo schermo"

Per rendere positiva l’esperienza di tuo figlio davanti alla tv o mentre usa un’app, scegli per lui dei contenuti educativi e gioca o guarda un programma facendogli compagnia.

Le nuove direttive dell’Associazione dei Pediatri indicano che i bambini tra i 2 e i 6 anni possono utilizzare apparecchi elettronici per un massimo di 2 ore al giorno senza causare danni al loro sviluppo, a patto che i genitori propongano delle esperienze interattive positive come le video-chat familiari, app educative, e programmi tv o video studiati per aiutare i bambini a imparare.

Una chat di famiglia su Skype, o giocare con un gioco interattivo di apprendimento per lo sviluppo cerebrale sono dei metodi positivi per utilizzare un dispositivo elettronico, a partire dai 2 anni.

3. Meglio un utilizzo attivo che passivo

Il tempo passato davanti a uno schermo, come abbiamo visto, è di diversi tipi.

Può essere passivo, ad esempio quando si guarda la tv o YouTube, oppure attivo come quando si fanno dei giochi o si parla in una video-chat. I dispositivi elettronici possono essere utili se si creano esperienze di apprendimento attivo di qualità.

Sasha spiega che l’equilibrio è la cosa più importante:

"I bambini possono passare del tempo giocando con tablet o smartphone, sviluppando un particolare tipo di abilità, ma devono anche passare del tempo facendo attività fisica o all’aperto, per sviluppare anche le loro capacità motorie”

È importante fare entrambe le cose e trovare un equilibrio: una sola delle due attività non basta.

4. Investi del tempo per trovare la soluzione migliore per il tuo bambino

Sasha spiega che per lo sviluppo neurologico la cosa più importante è fornire al bambino un ambiente stimolante dove può trovare gli strumenti per esplorare e per imparare.

"Maggiori sono le opportunità di sviluppare i suoi talenti e i suoi interessi, meglio è per il bambino"

Ecco un elenco di alcune ottime risorse da provare con il tuo bambino:

  • Club Lingumi, l’App di giochi educativi in inglese per bambini dai 2 ai 6 anni:

abbiamo progettato Lingumi in modo che fosse un modo divertente e interattivo per far scoprire ai bambini una seconda lingua fin da piccoli, quando il cervello ha il maggior potenziale per assorbire nuove lingue. È utilizzata già da moltissime famiglie in Italia.

il canale televisivo BBC trasmette degli ottimi contenuti educativi per bambini, che vengono guardati in tutto il mondo. Alpha Blocks è divertente, educativo e trasmette ai bambini una vera curiosità per il linguaggio e la differenza tra le lingue, senza rallentare lo sviluppo della lingua madre.

questa app è un modo bellissimo e interattivo per far scoprire gli animali ai bambini con un gioco che assomiglia a un libro illustrato.

Pronto a giocare e a imparare l’Inglese con il tuo bambino? Puoi iscriverti e provare Lingumi con il tuo bambino seguendo questo link. Saremmo felici di averti tra noi nel Club Lingumi!

Continua a leggere: